IT-NIC al di sopra della Magistratura

Piero Serini p.serini a ESI.IT
Mer 30 Ago 2006 12:15:14 CEST


Cari colleghi, dopo anni di pressoche' totale silenzio, triste e
rassegnato, vorrei spendere due parole sulla situazione di IT-NIC.

O meglio, di IIT-RA.
O meglio, di CNR-IIT-RA.

*-*-*
Vedo alcuni molto perplessi per l'arrivo delle disdette del
contratto, in assenza di quello nuovo. Anch'io lo sono. E
allora? Leggete bene la mail del 4 agosto:

   "Il nuovo accordo, che sarà disponibile sul sito web del
    Registro entro la fine del mese di dicembre 2006, entrerà
    in vigore il 1 gennaio 2007".

Alla lettera, ci dicono: possiamo farvelo avere il 31/12
e il giorno dopo sara' in vigore. Punto.

Non ti va bene? Pazienza, tanto perdi tutti i domini.
Nella raccomandata hanno omesso di citare per intero
l'art 22 del contratto, che recita tra l'altro:

   "In caso di mancato rinnovo da parte della IIT-RA, i
    nomi a dominio per cui siano già stati pagati i
    corrispettivi da parte del Provider-Maintainer verranno
    mantenuti per il periodo corrispondente pro quota
    all'effettivo pagamento; dopo di che lo IIT-RA porrà
    i predetti nomi a dominio nello stato di “NO-PROVIDER”,
    danonde comunicazione agli assegnatari".

Quindi, o sottoscrivi il nuovo contratto qualunque cosa ci sia
scritto, o ti becchi tutti i domini - a scadenza, certo -
in NO-PORVIDER. Punto.

*-*-*
Vedo alcuni molto perplessi per il mantenimento della LAR,
con varie argomentazioni. Manca quella fondamentale: quando
chiedo qualcosa ad un ente pubblico, questo ha l'obbligo
*di legge* (Bassanini, Bassanini bis, e 2 DPR successivi)
di procurarsi da sola e direttamente i dati gia' in possesso
di altro ente pubblico (leggi: CCIAA). E ciononostante continuano
a rifutare LAR che non riportino tutti i dati richiesti, anche
se assurdi.

Non ti va bene? Pazienza. E' illegale? E a noi? Tanto non
registri il dominio, e c'e' sempre qualcuno pronto a mandare
una LAR come vogliamo noi alle 00:01.

*-*-*
Ci sono sentenze - riportate con dovizia di particolari sulle
liste - che sostengono che il MNT ha l'obbligo ex art. 1176 CC
di verificare i casi di "palese violazione" dei diritti di uso
al nome. A maggior ragion dovrebbe farlo IT-NIC, che, per legge,
ha accesso immediato e diretto ai dati di tutte le CCIAA.
E ciononostante i casi in cui una societa' di Milano (e sempre
la stessa, guarda che caso) riesce a registrare qualunque cosa
alle 00:01 si sprecano. E allora? Non ti va bene? Fai causa.

*-*-*
Per meglio spiegare il subject di questa mail, attiro la vostra
attenzione  sul punto 4.1.5.2 del nuovo Regolamento (approvato
da chi, con quale genesi legislativa poi non si sa bene). Esso
recita:

   "Il MNT può avanzare al Registro la richiesta di passaggio
    di un nome a dominio allo stato di “REGISTRAR-LOCK”.
    La richiesta può essere avanzata quando il MNT abbia
    ricevuto, per tale nome e nelle forme di legge, dall’autorità
    competente notifica di provvedimento giudiziario relativo
    all’assegnazione.
    Tale operazione non verrà accettata dal Registro nel caso in
    cui il dominio si trovi, al momento della richiesta, in uno dei
    seguenti stati: “REGISTRAR-HOLD”, “REGISTRY-HOLD”, REGISTRY-LOCK”,
    “REDEMPTION-PERIOD” e “PENDING-DELETE”, mentre eventuali ulteriori
    operazioni di modifica non ancora concluse saranno annullate. Al
    termine dell’operazione del cambio di stato, il Registro provvederà a
    modificare lo stato del nome a dominio in “REGISTRAR-LOCK” ed a
    notificare l’avvenuta modifica dello stato al MNT. Nel caso di
    mancata accettazione della richiesta il Registro provvederà a darne
    notifica al MNT stesso."

Capite? Il MNT riceve *notifica nelle forme di legge di un
provvedimento giudiziario* e il Registro si riserva di
*non accettare* la relativa richiesta di cambio stato!!
Siamo allo spregio della Magistratura.

E in una situazione del genere, avete ancora fegato residuo per
perplimervi, arrabbiarvi, scrivere commenti?

Vi ammiro, davvero. Questo Don Quijote ha da tempo perso la voglia.

Bye,
--
     Piero Serini <p.serini a esi.it> [PS155] [PGP Key: 0x871ADAE3]
             ESI srl <info a esi.it> - http://www.esi.it
Via P. Panzeri, 15                               Tel: +39 0258113562
I 20123 Milano MI - ITALY                        Fax: +39 0258114048
#     $Id: .signature,v 2.21 2003/01/14 18:05:53 piero Exp $



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe