down domini geografici

Control C master a CHIARI.NET
Mar 4 Lug 2006 10:07:41 CEST


Io

> > A tuo avviso la corrispondenza a Marcovati
> >
> > http://listserv.nic.it/cgi-bin/wa?A2=ind0606&L=ita-pe&O=A&P=361
> >
> > non costituisce (proprio per il ruolo del mittente) una qualificata
> > comunicazione pubblica ?

Marco d'Itri wrote:

> No.

Marco,

ti ho rivolto una domanda in lingua italiana standard e i casi sono 3:

- o non la ritieni una "comunicazione"
- o non la ritieni una comunicazione "pubblica"
- o non la ritieni una "qualificata" comunicazione pubblica

>.....In primo luogo perché immagino che si esprimesse a titolo personale
> e quella non fosse una comunicazione ufficiale,

Quando compirai *almeno* trent' anni faro' quanto saro' in grado per
fartela rimangiare, questa.

> Per farsi un'idea di come funzionano le cose all'estero

Smettila maledizione: stiamo parlando di un country code Top Level
Domain; di quegli accrocchi che in mezzo mondo sono in mano al ministero
delle telecomunicazioni; dove nella Francia di antica civilta' giuridica
compilano liste di proscrizione esclusive di nomi riservati per criterio
semantico; che in qualche simpatico caso c' hanno in home page la
simpatica foto del primo ministo; di "IT" per la precisione: dell' unico
ccTLD  dove, nel secolo scorso, fu deciso, appigliandosi ad iso 6523
[!], che le "regole" e le "procedure tecniche" venivano "decise" sotto
un tendone sotto il quale  qualunque fornitore e qualunque assegnatario
di servizi poteva entrare ed uscire  con la tastiera ogni volta che gli
girava: gratuitamente ("in ogni senso" - spero che tu mi capisca).

Senza il peso del consenso di gente come Daniele Vannozzi questa lucida
follia non sarebbe neppure stata "immaginata" - e ti chiedo di
considerare che  che io traggo "ogni" conclusione dalla opinione che
senza una errata scrittura (brillante startup di NA) delle procedure
tecniche della liberalizzazione "per il business" - questa "fantasia al
potere" sarebbe ancora in campo.

Raccontata in altro e meno consolante stile mi ostino a star dentro
"oggi" questa riserva indiana per via di te, di un altro Marco, dei due
Alex, di .mau., poc' altro di piu':  se ne sono andati tutti, altro che
balle.

E di Daniele.
Ma se
in fine
"non vale fra di noi" neppure quello che dice Daniele mi chiedo se non
valga la pena meglio bruciare il nostro tempo a frequentare le estreme
peripatetiche che tanto allietano le circonvallazioni.

Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe