Forse e' piu' semplice che ciascuno dica da che parre sta

Alessandro Ranellucci a.ranellucci a PRIMAFILA.NET
Gio 6 Lug 2006 15:53:32 CEST


On 6-07-2006 at 14:57, Control C wrote:

 >siamo diventati tutti avvocati o mi spieghi in italiano di cosa ti
 >puo' incriminare (con qualche probabilita' di successo superiore a
 >zero) un cliente quando produci una mail su lista pubblica dove il
 >responsabile della unita' operazioni sottoscrive in italiano
 >letterale ed inequivocabile: disservizio, sua risoluzione, e "scuse
 >in persona plurale" ?

Le scuse sono la cosa di cui c'è ovviamente minor bisogno. Ti faccio
notare che mancano ad esempio i tempi esatti e l'entità del disservizio,
necessari per poterlo inquadrare con certezza.

Giorgio, perché combatti queste battaglie inutili? Ma è possibile che tu
ci creda davvero all'opportunità di questi atteggiamenti chiusi e
difensivi? Dici da anni che i maintainer devono "entrare in sala
macchine" e nel contempo ti batti contro la necessità di resoconti
tecnici dettagliati quando avvengono dei disguidi. Su questo proprio non
ti capisco.

Ma se preferisci ti dico che le cose vanno bene così, Giorgio,
tranquillo: va tutto ottimamente così com'è.

--
Alessandro Ranellucci  (HOSTING CENTER)   <a.ranellucci a primafila.net>
Ph. +39 06 6788489 - Fax +39 06 23315902 - http://www.hostingcenter.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe