Nuovo Regolamento approvato

Davide Repetto ReD a IDP.IT
Ven 30 Giu 2006 18:56:14 CEST


> "Invero, qualora, come nel caso de quo, il provider abbia assunto
> l'obbligazione di provvedere alla registrazione del domain name, è
> evidente che nessun tipo di responsabilit√  sar√  configurabile al di
> fuori dell'ipotesi di registrazione di un nome di dominio corrispondente
> ad un marchio, di tale risonanza, da indurre necessariamente il
> provider, secondo le normali regole di prudenza, ad astenersi
> dall'eseguire la prestazione, essendo di immediata evidenza l'illecito
> dell'utente finale.


Ti diro' di piu' Franco, chi ha scritto questo e' cosi' ignorante da non
capire che registrare un dominio corrispondente ad un marchio non e' un
illecito (lo puo' essere l'uso che se ne fa o il rifiutare di cederlo,
ma non certo l'atto di registrarlo). Cosi' come non e' necessariamente
illecito possedere un'arma da fuoco o duecento litri di acido nitrico,
mentre lo e' sparare alla gente e poi squagliarla nell'acido.

Se ad esempio io registrassi canalecinque.it, e alla mediaset stesse
bene, vivremo tutti felici, nessuno avrebbe fatto un illecito, e nessuno
potrebbe mai venirmi a dire nulla in proposito.


> L'affermazione :
> ............tipo di responsabilit√  sar√  configurabile al di fuori
> dell'ipotesi di registrazione di un nome di dominio corrispondente ad un
> marchio, di tale risonanza, da indurre necessariamente il  ..............
>
> non ha senso, semplicemente perche' anche se il marchio e' di "tale risonanza"
> per il MNT non e' immediato stabilire se il cliente che chiede la
> registrazione del dominio
> ha diritto a farlo, potrebbe anche lui avere un marchio di uguale nome
> depositato
> Non ci sono gli strumenti,  per il nome a dominio richiesto dal mio cliente
> l'Ufficio Italiano Marchi non e' in grado di dirmi con certezza
> quali  sono  i marchi depositati a livello nazionale comunitario eccetera
> e in ogni caso non e' compito del MNT fare verifiche di questo tipo

Esatto... E anche non avendo un suo marchio registrato, il diritto ad
usare comunque quel MARCHIO dipende dai settori merceologici, dal
contesto nazionale in cui la registrazione del marchio "noto" e' stata
fatta, dipende se l'uso di quel marchio da parte del tuo cliente e'
precedente alla registrazione del marchio noto, dipende se il tuo
cliente ha un qualche accordo anche tacito con il detentore del marchio,
dipende se la registrazione del marchio noto e' ancora valida... ecc ecc
ecc

Insomma: "sono fatti suoi!"

La registrazione di un marchio ti da solo un diritto che *puoi* (e in
taluni ambiti giuridici *DEVI*) far valere e non trasforma per niente in
illecito l'uso di quel marchio da parte di terzi. E' il detentore del
marchio a decidere se consentirne o meno l'uso a terzi.

Cosi' non solo nessuno può contestare a terzi l'uso di un marchio noto,
ma se quel marchio e' registrato ad esempio in America e non e'
adeguatamente tutelato, ovvero chi lo possiede non ne verifica ed
eventualmente persegue attivamente l'uso da parte di terzi, alla fine
anche il titolare del marchio perde il diritto di esclusiva.


Ciao,
ReD
--
+-----------------------------[ ReD a idp.it ]-------+
! Davide Repetto                                   !
! IDP s.n.c.             TELEFONO: +39 0143 419095 !  No good deed...
! Via Dei Confini, 6          FAX: +39 0143 419086 !   goes unpunished.
! 15068 Pozzolo F.ro (AL)  MOBILE: +39 328 4039407 !
! ITALY                                            !
+---------------------[ http://www.idp.it/ ]-------+



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe