Semantica

Alessandro Nosenzo ita-pe a NOSENZO.IT
Mer 4 Ott 2006 09:46:39 CEST


On 4 Oct 2006 at 9:06, Control C wrote:
> Enzo Fogliani wrote:
>
> >     Quindi, senz'altro c'e gente che usa questi termini obbrobriosi
> >     e,
> > per quanto detto sopra, francamente disgustosi; ma ciò non significa
> > che siano da usare o incoraggiare.
>
> Maurizio Martinelli wrote:
>
> >........................................Dico ahime' perche' concordo
> >con
> > te che il termine faccia ribrezzo.
>
> Francesco ORLANDO wrote:
>
> > sono d'accordo con te
>
> Ordiniamo in archivio le predilezioni estetiche su un verbo incluso
> nei Dizionari della lingua italiana Nencioni e Devoto-Oli, ma a 'sto
> punto ci sono due implicazioni.
>
> 1. Come ci "comportiamo" in generale rispetto al fatto che 'sta
> internet del tubo sta' rivoltando come un guanto i "dizionari" delle
> lingue locali e creando un "dizionario" translinguistico
> [fondamentalmente nelle classi d' eta' cucciole] - e a mio avviso pure
> suggerisce un nuovo obbiettivo approccio sulla traduzione assistita
> automatica.
>
> 2. Come ci "comportiamo" in particolare (mnt, Enti Conduttori,
> Registro) rispetto a richieste di nome a dominio (visto che qui si
> mette in campo l' estetica) "ripugnante rispetto" a problematici
> "standard" estetici (ma a 'sto punto [perche' no ?] pure morali
> politici ecc.)?

Internet favorisce la comunicazione fra le persone in nessun caso
questo e' un fatto negativo. Sarà solo necessario adeguare i
dizionari italiani magari cercando di evitare di aggiungere
neologismi come okkio oppure xche' che qualche volta leggo su forum e
email.
Circa i nomi a dominio invece bisogna lasciare la totale libertà e lo
dice un padre che per 100 chilometri in auto ieri si e' dovuto
sentire e vedere il DVD di "una squadra fortissimi" per la gioia dei
miei bambini. Non credo sia ammissibile alcuna forma di censura nei
nomi a dominio anche se ovviamente il nome potrebbe suonare male in
Italiano, essere antiestetico o addirittura volgare offensivo o
sbagliato rispetto alle regole grammaticali: grazie al cielo non
siamo tutti uguali e la diversità è una ricchezza (fino a quando non
diventa una imposizione). Così non vorrei mai una casella di posta
sul dominio vaffanculo.it ma non voglio impedire che esista, cosi'
come non voglio che mi venga imposto il digiuno di qualche religione
ma sono felice che ciascuno sia libero (davvero) di farlo se crede (e
Dio solo sà quanto mi farebbe bene un digiuno).
Saluti.

Alessandro



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe