Semantica

Giorgio Giunchi giorgio.giunchi a CCTLD.IT
Mar 2 Ott 2007 10:49:44 CEST


Per me il Registro italiano si e' salvato sinora la
pelle perche' il team fa il "suo" lavoro; perche' tutti
i "leader" sono sempre sinora tecnici che nella
loro biografia scientifica hanno intercettato
operativamente l' internetworking.

Questo ha pure permesso di "neutralizzare" :-) la
autonomia del Registro stesso: rispetto pure a
penose interferenze di establishment politico, e a mio
avviso rispetto pure ai cronici ritardi del vertice CNR
sulla informazione automantica.

Perche' nella sua "costituzione" c'e' stato il NIS GARR
e nella banda dei 4 c' era quel singolare primo
redattore europeo di rfc che fa' reparto da solo che
e' Claudio Allocchio.

Perche' si e' recuperato, alla esplosione DNS,
qualche contributo della la "tecnica del
diritto" e sopra tutto si e'  tessuta trama di relazioni
(dai meeting caldi di Abba Bonito Sommani del 1995
alla Commissione Regole) relazioni col businnes
"per scelta"programmatica" (sara' antipatico fin si
vuole ma "per registrare un nome a dominio" non c'e' mai
stato alcun obbligo protocollare d'
inventare role-maintainer).

Tutti i discorsi sugli utenti sono una noia: "io" sono
utente e ti "dimostro" quando vuoi in tre passaggi che
gli assegnatari sono irrapresentabili. Every-one. Per
fortuna. Mettiamoci una pietra sopra.

Ray: se qualche genio s' inventa di far saltare una sola
di queste condizioni ... "c' e' un problema Huston".

E' sempre andata cosi' - lo sapevano lucidamente i
militari della fine anni '50 quando dettarono un vincolo
di progetto non~proprietario: se il giochino viene
appaltato al business col fischio che vince tcp-ip e
col cavolo che nasce la interconnessione "neutrale" di
reti "proprietarie" - oggetto di tanti eccitanti convegni
di letterati.

RIF.


> Per cui il registro o gli attuali operatori, il
> contesto o l'insieme
> della corte barocca, in cui rischia di restar
> imprigionato quale
> elemento a servizio della nobilta' e dei meschini di
> corte, subiscono
> lo spettro della rivoluzione francese, mentre al popolo
> si consengano
> brioches al posto di pagnotte.

[...]

> Non vedi l'aggirarsi dei fautori della liberta'
> e dell'anarchia
> fomentar le folle e far di barricata ?

Ma noi non portiamo piu' i brufoli Ray, e lo sappiamo a
quali simpatiche consuetudini si dedicano i fautori
e fomentatori, appena agguantato il cadreghino :-)

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Torniamo a bomba: 'sto torrone che l' assegnatario
e' responsabile di assegnazione e registrazione per me
non sta' in piedi nemmeno con sputo e fil di ferro.

So' che anche qui si puo' "spakkare in kapello in kuattro"
ma ... prego in ginocchio. Se un giorno un pretore o
un sottosegretario "ce la rivolta contro" come un guanto ,
la brillante formulazione, ragazzi ... non guardo in
faccia agli amici ... giuro che chiedo i danni (cena al
San Domenico di Imola "alla carta") a tutte le
simpatiche faccine
di http://cctld.it/info_contatti/infocontatti.html

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Giorgio
:::::::



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe