domanda

Manuel M. Buccarella mbuccarella a WILDMAIL.COM
Dom 2 Set 2007 10:37:29 CEST


La soluzione al problema Ŕ costituita dalla possibilitÓ di ricorrere ad un centro di risoluzione delle dispute. Se il nome a dominio in questione Ŕ assegnato fuori dall'Italia ed il concorrente Ŕ domiciliato all'estero, mi sembra un po' difficile percorrere la strada del ricorso al Giudice italiano ovvero al Centro Risoluzione Dispute Domini Italiano; in caso di vittoria, sarÓ infatti un tantino macchinoso ottenere un provvediemnto di riassegnazione del nome a dominio con efficacia nel paese della controparte e della NIC Name straniera competente.
Punto non trascurabile Ŕ poi la validitÓ territoriale della registrazione del marchio: tale registrazione copre, per esempio, anche il Paese del contravventore ?
ad ogni cono, penso di poter dire che il luogo ideale sia ICANN, organizzazione internazionale che si occupa dei nomi a dominio e dei numeri di internet.
---- Begin Original Message ----
 From: "roccorovesti a libero.it" <roccorovesti a LIBERO.IT>
Sent: Thu, 30 Aug 2007 17:59:44 +0200
To: ITA-PE a NA.NIC.IT
Subject: domanda

buonasera,
vi scrivo perchŔ ho casualmente scoperto che un ex importatore brasiliano dell'azienda italiana che rappresento, ha registrato ed utilizza un nome di dominio del tutto identico, al nome ed al marchio della mia azienda, il tutto per svolgere prestazioni dello stesso identico tipo.

COME POSSO FARE PER TUTELARMI???

grazie per il tempo dedicatomi.

Rocco Rovesti

---- End Original Message ----




http://toolbar.Care2.com  Make your computer carbon-neutral (free).

http://www.Care2.com  Green Living, Human Rights and more - 7 million members!



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe